Più di 5000 studi clinici

I medici di tutto il mondo valutano l’efficacia di nuove terapie cellulari e sono in corso oltre 5.000 studi clinici.

In futuro: una possibilità di guarigione supplementare

I medici di tutto il mondo valutano l’efficacia di nuove terapie cellulari e sono in corso oltre 5.000 studi clinici. I primi risultati ottenuti sono particolarmente incoraggianti e lasciano presagire che in futuro:

  • il numero di malattie trattabili con cellule staminali ematopoietiche e mesenchimali aumenterà,
  • le terapie cellulari sostituiranno o integreranno alcuni trattamenti oggi applicati di routine,
  • le terapie cellulari consentiranno di curare alcune malattie fino a oggi ancora incurabili.

Applicazione nel campo della medicina rigenerativa

Fino a oggi ci sono centinaia di studi clinici in corso che prevedono la possibilità di trattamento delle seguenti malattie:

Studi clinici con le cellule staminali del sangue del cordone ombelicale

  • Paralisi cerebrale
  • Diabete di tipo 1
  • Patologie dei neonati prematuri (anemia), stress respiratorio
  • Autismo
  • Patologie cardiologiche (sindrome del ventricolo sinistro ipoplasico)
  • Perdita di udito acquisita
  • Terapia genica per patologie genetiche
  • Leucemia linfocitica e mieloma multiplo
  • Anemia
  • Ictus ischemico
  • Difetti ossei e difficoltà nella guarigione delle fratture
  • Artrite reumatoide
  • Sclerosi multipla.

Studi clinici con le cellule staminali del tessuto del cordone ombelicale

  • Rigenerazione del miocardio in caso di infarto
  • Ricostruzione del midollo spinale danneggiato dopo un trauma
  • Cura di malattie neurodegenerative (morbo di Parkinson e morbo di Alzheimer)
  • Cura di malattie muscolo-scheletriche
  • Cura di malattie degenerative del fegato, del rene, della retina, della cornea, dell’apparato uditivo