Cellule staminali del tessuto del cordone ombelicale e terapia del cancro ai polmoni

È stato istituito uno studio del National Health Service per esaminare la possibilità di una terapia con cellule staminali del cancro al polmone in sostituzione della chemioterapia.

È stato istituito un nuovo studio del National Health Service (NHS) per esaminare la possibilità di una terapia con cellule staminali del cancro al polmone in sostituzione della chemioterapia.

La notizia arriva dopo che i medici dell’University College London (UCL) hanno dimostrato che le cellule staminali mesenchimali (CSM), che si trovano nel tessuto del cordone ombelicale, hanno la capacità di mirare le cellule cancerose del corpo.

Lo studio dei ricercatori dell’UCL ha dimostrato che le CSM hanno la capacità unica di “insediarsi” nelle cellule tumorali quando vengono trapiantate nel corpo.

I risultati suggeriscono che i medici potrebbero utilizzare le cellule staminali mesenchimali come terapia “cavallo di Troia” portando componenti anti-cancro direttamente sul sito dei tumori maligni. Nello studio dell’NHS, gli scienziati sperano che le CSM saranno quindi in grado di fornire una specifica molecola immunitaria chiamata TRAIL al sito di crescita maligna.

Ispirato dallo studio dell’UCL, lo studio NHS vedrà 46 pazienti con cancro al polmone ricevere trapianti di cellule staminali dopo tre settimane di chemioterapia standard. Affinché i servizi competenti possano approvare il trattamento, gli scienziati dovranno trovare un modo per modificare e coltivare le CSM per fornire in sicurezza il TRAIL in dosi sufficienti, senza perdere le caratteristiche chiave della cellula.

I trapianti di cellule staminali sono ancora solo complementari alla chemioterapia. Il nuovo studio MSCTRAIL potrebbe cambiare questa situazione rendendo le cellule staminali l’opzione primaria.

https://www.tandfonline.com/doi/full/10.1080/14712598.2016.1188074?src=recsys&