Ustioni: stampante portatile 3D per creare pelle sana

Un gruppo di ricercatori ha ideato e sviluppato una stampante portatile 3D in grado di depositare nuovi strati di biomateriale per il trattamento di grandi e gravi ferite da ustione

Presso la University of Toronto Engineering e Sunnybrook Health Science Center, un gruppo di ricercatori ha ideato e sviluppato una stampante portatile 3D in grado di depositare nuovi strati di biomateriale per il trattamento di grandi e gravi ferite da ustione.

Il progetto – capitanato dal dottorando Richard Cheng, sotto la supervisione del Prof. Axel Guenther e in collaborazione con il Dr. Marc Jeschke – consiste in un bio-inchiostro composto di cellule mesenchimali stromatiche (MSCs), ovvero di cellule staminali in grado di differenziarsi in tipi di cellule specializzate. In questo caso, il biomateriale favorisce la rigenerazione della pelle e ne riduce le cicatrici.

Il dispositivo copre le ferite con uno strato uniforme di biomateriale, striscia per striscia, ed è il primo del suo genere a formare tessuto in situ, depositandolo e posizionandolo in soli due minuti. Il successo delle sperimentazioni in vivo su grandi e gravi ferite da ustione hanno portato alla pubblicazione dello studio sulla rivista Biofabrication.

Ad oggi, il trattamento di grandi e gravi ferite da ustione consiste nel trapianto autologo di tessuto epiteliale sano. «Con le grandi ustioni, però, non si ha a disposizione pelle sana a sufficienza, il che potrebbe portare alla morte del paziente», afferma il Dr. Jeschke.

Il prototipo attuale di stampante portatile 3D è il risultato di 10 riprogettazioni (dal 2018), e il team mira ad un design che possa prevederne l’utilizzo chirurgico in sala operatoria. Il Dr. Jeschke ritiene che il dispositivo potrà essere utilizzato in ambiente clinico entro i prossimi 5 anni: «Credo che questa stampante segnerà una svolta nel salvare vite umane. Con un dispositivo come questo, potrebbe cambiare l’intero modo in cui pratichiamo la cura di ustioni e traumi».

Sapevate che il cordone ombelicale è una fonte preziosissima di cellule staminali ematopoietiche e mesenchimali? Visitate il nostro sito per scoprire di più sul potenziale rigenerativo e riparativo delle cellule staminali e contattateci per conservare il cordone ombelicale del vostro bambino con Nescens Swiss Stem Cell Science.