Malattie croniche renali

Studi clinici in corso che utilizzano cellule staminali per il trattamento di queste malattie renali.

I reni sono organi vitali che hanno la funzione di filtrare il sangue dalle tossine accumulate nell’organismo e di produrre gli ormoni necessari al mantenimento di ossa forti e sangue pulito.

Le malattie renali causano una perdita progressiva o improvvisa delle funzioni di filtraggio, purificazione ed espulsione dei reni. In Svizzera, le malattie croniche renali colpiscono il 10% della popolazione adulta.

I sintomi, purtroppo, passano spesso inosservati, provocando il progredire silenzioso di tali malattie. L’ipertensione arteriosa, edemi alle gambe o riduzione dell’urina possono segnalare problemi ai reni: è essenziale dunque eseguire esami approfonditi e specifici per riconoscere la malattia e trattarla tempestivamente.

Tra le maggiori cause di malattie croniche renali vi sono il diabete e l’ipertensione arteriosa, seguite da una serie di condizioni ereditarie. Nei casi più gravi, dove l’attività renale è stata ridotta al 15% del normale funzionamento, è necessario e vitale intervenire con terapie sostitutive attraverso il trapianto renale, la dialisi peritoneale o l’emodialisi.

Ma grazie ai progressi nella ricerca scientifica, ad oggi vi sono 8 studi clinici iniziati o in programmazione che prevedono l’utilizzo delle cellule staminali nel trattamento delle malattie renali, mirando indirettamente alle condizioni sottostanti, come le nefropatie diabetiche (gravi complicazioni legate al diabete di tipo I).

Sapevate che il cordone ombelicale è una fonte ricchissima di cellule staminali ematopoietiche e mesenchimali dalle proprietà rigenerative e riparatrici? Contattateci subito per saperne di più e per scoprire come conservare il cordone del vostro bambino con Nescens Swiss Stem Cell Science.